La nascita della rivalità tra Inter e Juventus – VIDEO

La nascita della rivalità tra Inter e Juventus

JUVENTUS – INTER 9-1: LA NASCITA DI UNA RIVALITA’: se state cercando una data simbolo, che racconti meglio di altre cosa significhi la rivalita’ tra Juventus e Inter, non dovete consultare gli almanacchi di tanti anni fa o i siti internet più dettagliati. Sarà una ricerca del tutto inutile.

Perchè il Derby d’Italia non nasce in campo, ma in una grigia stanza di ufficio. Siamo a Roma, in via Allegri, sede della FIGC. E’ il 3 giugno 1961. Un caldo sabato di fine primavera. Quel giorno, non c’e’ nessuna partita in programma, eppure l’attenzione dei tifosi delle due squadre e’ palpabile.

La C.A.F. (Commissione di Appello Federale) deve pronunciarsi sul ricorso dei Campioni d’Italia in seguito allo 0-2 subito a tavolino proprio nel match contro l’Inter. I giornali sportivi e l’opinione pubblica sono sicuri: la richiesta verrà respinta.

Invece, con una decisione sorprendente, la Federazione accoglie l’istanza dei torinesi. Via i due punti e ripetizione della partita. A una giornata dal termine del campionato. Con le due rivali a pari punti in testa alla classifica. In quegli istanti, nasce una rivalità storica, anzi, la Rivalità che infiamma il nostro calcio.

Un classico del pallone, intriso di polemiche, campioni, trionfi e sconfitte, paragonabile a grandi classici come Real – Barcellona, Liverpool – United, Boca – River. Dopo che le pagine di quella sentenza vennero rese pubbliche niente, tra la Torino bianconera e la Milano nerazzurra, sarà più come prima.

[VIDEO] La nascita della rivalità tra Inter e Juventus:

Fonte Qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...